Bastonate tra pastori a Vittoria, romeno in gravi condizioni. Due arresti

Bastonate tra pastori a Vittoria, romeno in gravi condizioni. Due arresti

Due pastori sono stati arrestati dai carabinieri a Vittoria per lesioni personali aggravate nei confronti di un rumeno. Si tratta di Gaetano Cassisi, 51enne e Salvatore Candiano, 35enne (nelle foto sotto). La vittima, E.C., 57 anni, era stata ricoverata d’urgenza al Pronto soccorso dell’ospedale Guzzardi, ed era stata giudicato guaribile in 45 giorni  per lesioni multiple che hanno interessato tutto il corpo e nello specifico costole e polmoni.

cassisi gaetano cl. 64 candiano salvatore cl. 80

In particolare, dopo una segnalazione al 112 da parte di un vicino che ha raccontato dell’aggressione subita dall’agricoltore che svolgeva anche mansioni di custode del terreno, avvenuta in un appezzamento agricolo di contrada Torrevecchia, una pattuglia dei Carabinieri è immediatamente giunta sul posto e, grazie alle prime dichiarazioni assunte da testimoni e da vicini, è riuscita a risalire ai responsabili, due pastori che lavorano nella zona. Bloccati dai militari, si è riusciti a ricostruire la vicenda: il grave fatto sarebbe scaturito da dissapori legati al pascolo nei terreni che il 57enne aveva il compito di vigilare. Di fronte al rifiuto del rumeno di far entrare il gregge nel fondo, i due pastori lo avrebbero malmenato e colpito più volte violentemente con bastoni di legno, lasciandolo tramortito a terra: si sarebbero poi disfatti delle spranghe abbandonandole per le campagne limitrofe. Poi l’arrivo delle gazzelle dei Carabinieri che ha permesso il ricovero immediato del malcapitato, evitando che la gravità del quadro clinico potesse degenerare, e di assicurare alla giustizia i rei.

Condotti nella caserma di via Garibaldi, i due al termine delle formalità di rito sono stati ristretti presso la Casa Circondariale di Ragusa, a disposizione del magistrato di turno, dott. Francesco Puleio. L’attività d’indagine, ancora in corso, mira a chiarire alcuni punti dell’intera vicenda ed è suscettibile di ulteriori sviluppi.

Categoria: Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Compila tutti i campi obbligatori*

Utilizzando questo strumento acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo quanto descritto nell'Informativa sulla Privacy