Catania: mamma uccide figlio di tre mesi buttandolo a terra: sarà ricoverata in una comunità terapeutica

Catania: mamma uccide figlio di tre mesi buttandolo a terra: sarà ricoverata in una comunità terapeutica

Il Gip di Catania, Giuseppina Montuori, accogliendo la richiesta dell’avvocato Luigi Zinno, ha concesso gli arresti domiciliari in una Comunità terapeutica assistita (Cta) alla donna di 26 anni arrestata nei giorni scorsi dalla polizia a Catania per l’omicidio del figlio di tre mesi, che avrebbe scaraventato a terra a casa. La Procura aveva espresso parere positivo. Le indagini sul caso del commissariato di polizia Borgo Ognina sono state coordinate dal procuratore Carmelo Zuccaro, dall’aggiunto Ignazio Fonzo, che dirige il dipartimento reati contro la persona, e il sostituto Fabio Saponara. La donna ha ancora “dei vuoti” e “difficoltà nel capire le domande e rispondere”, afferma il suo legale. “Non ha realizzato l’accaduto – aggiunge l’avvocato Zinno – e per questo ha bisogno di una struttura protetta che l’aiuti psicologicamente. Comunque vada lei si sentirà colpevole dell’accaduto, e si autocondannerà da sola. Ha bisogno d’aiuto”.

Categoria: Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Compila tutti i campi obbligatori*

Utilizzando questo strumento acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo quanto descritto nell'Informativa sulla Privacy