Continua l’operazione Pozzallo sicura: altri quattro arresti dei Carabinieri

Continua l’operazione Pozzallo sicura: altri quattro arresti dei Carabinieri

Nell’ambito del potenziamento estivo dei servizi di controllo del territorio disposti dal Comando Provinciale di Ragusa sia sulla fascia costiera che nell’entroterra, al fine di garantire un corretto svolgimento della movida ai turisti e ai cittadini locali, i Carabinieri della Compagnia di Modica continuano a svolgere numerosi servizi di controllo del territorio nella città di Pozzallo e su tutto il litorale al fine di dare risposte concrete ai cittadini nell’ambito della sicurezza.
I militari della Compagnia di Modica, delle Stazioni di Pozzallo e Marina di Modica, supportati da unità cinofila antidroga dell’Arma di Nicolosi, hanno eseguito controlli e perquisizioni domiciliari a carico di quattro soggetti i cui movimenti erano monitorati da tempo dai Carabinieri.
Le perquisizioni domiciliari hanno dato esito positivo infatti:
presso l’abitazione di M. G., 19enne di Pozzallo, sono state rinvenute n. 7 piante di cannabis e 6 gr. di marijuana già suddivisa in dosi e pronta per lo spaccio;
presso l’abitazione di GAMBUZZA VINCENZO, 37enne di Pozzallo, sono stati rinvenuti 45 gr. di marijuana e 3 gr. di hashish già suddivisa in dosi e pronta per lo spaccio;
presso l’abitazione di CANNATA ANTONIO, 59enne, di Ispica, sono state rinvenute 7 piante di cannabis.
La perquisizione domiciliare a carico di PALUMBO SANTO, 26enne di Pozzallo permetteva di accertare che lo stesso aveva collegato abusivamente il contatore della sua abitazione alla rete elettrica “ENEL Distribuzione” e pertanto si procedeva al suo arresto per furto di energia elettrica.
Le attività dell’Arma proseguiranno per mantenere elevati i livelli di sicurezza percepita.



Categories: Cronaca, Pozzallo

Autore dell'articolo

Lascia un commento

La tua mail non verrà pubblicata.
Campi richiesti*

Ho letto e compreso quanto descritto nella Informativa sulla Privacy riguardo al trattamento dei miei dati personali.