Servizio civile universale, i progetti presentati dalla Cna che ricerca volontari nell’area iblea

Servizio civile universale, i progetti presentati dalla Cna che ricerca volontari nell’area iblea

La Cna territoriale di Ragusa ricorda a tutti i giovani che abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età un’opportunità da non perdere: il servizio civile universale la cui presentazione delle domande telematiche prevede come termine ultimo il 10 ottobre prossimo. I giovani volontari che saranno selezionati svolgeranno le proprie attività nelle sedi Cna di Comiso, Ispica, Modica, Pozzallo, Ragusa, Scicli e Vittoria. I progetti avranno la durata di 1 anno, con un impegno settimanale di 25 ore e un’indennità mensile di 439,50 euro. Per informazioni è possibile rivolgersi a Cna Ragusa, telefono 0932.686144 oppure 392.5317229. I tre progetti sono stati sviluppati da Cna Impresa Sensibile e riguardano alcuni campi specifici.
Cittadinanza e diritti: gli obiettivi di questo progetto sono quelli di migliorare la qualità dei servizi di informazione e assistenza rivolti agli anziani per contribuire al miglioramento della loro vita quotidiana e agevolare corretti stili di vita; riprogettare un nuovo “patto di solidarietà” tra giovani e anziani attraverso le nuove tecnologie in grado di valorizzare tutte le età (e tutte le culture) attraverso il diritto ad apprendere; potenziare il ruolo dell’anziano come risorsa sociale e umana.
Comunità inclusiva: in questo caso gli obiettivi del progetto puntano a migliorare la qualità dei servizi di informazione e assistenza rivolti ai cittadini stranieri per contribuire al miglioramento della loro vita quotidiana e agevolare una piena integrazione; riprogettare nuovi percorsi di inserimento al lavoro partendo dalla imprenditoria sociale e dalla innovazione sociale come strumenti per una nuova economia.
Responsabile, sostenibile e sociale – I nuovi volti del turismo: il progetto ha l’obiettivo di promuovere la conoscenza di nuove forme di turismo sostenibile, sociale ed esperienziale come strumenti per valorizzare i beni paesaggistici e culturali del territorio di riferimento e per lo sviluppo dell’economia locale e come occasioni di incontro tra persone appartenenti a territori e culture diverse, accomunate dalla curiosità di scoprire nuove prospettive e nuovi modi di vivere, secondo i valori della reciprocità e della solidarietà; inoltre si punterà a contribuire attivamente a rendere i giovani custodi del patrimonio di tradizioni, fino ad oggi preservato dagli anziani attraverso l’istituzione di #CommunityLab (attraverso l’innovazione le tradizioni dei territori, patrimoni intangibili custoditi da sempre dagli anziani, saranno messe in luce dai giovani e condivise con tutti, divenendo ulteriore strumento attrattivo per un turismo sostenibile che coinvolge nella sua filiera diversi attori locali).

Categoria: Attualità
Tags: CNA, comunale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Compila tutti i campi obbligatori*