Gira la ruota

Gira la ruota

La tanto chiacchierata ruota panoramica alta 35 metri è stata installata a Ragusa in piazza Libertà e fra poche ore sarà ufficialmente inaugurata.
Un’opera che certo non poteva passare inosservata: nelle intenzioni degli amministratori, un modo per rallegrare il periodo natalizio e in particolare Ragusa Superiore, sempre più spopolata e sempre più vuota di negozi, operatori e gente comune. Si sono sprecati, in queste ore, i paragoni con Londra: Ragusa come Londra? Solo l’idea fa sorridere: la ruota panoramica di Londra è la più alta del mondo, ben 135 metri.

Molti, però, hanno criticato questa iniziativa, ritenuta inutile, pacchiana, un’opera dall’ego smisurato. Su facebook, soprattutto, le critiche si sono sprecate: “Perché non pensano a riasfaltare le strade?”, chiedono in molti.
L’assessore Barone ha postato recentemente anche un video in cui, grazie all’aiuto di un drone, si intuisce quale sia il panorama che potrà vedersi dall’alto della ruota: Ibla in lontananza e un po’ di palazzi. A parte il fatto di aver rovinato la sorpresa, bello il panorama, per carità: magari un po’ grigio, pieno di muri e cemento. Il costo del biglietto? 5 euro. A onor del vero bisogna dire che quest’opera non costa niente al Comune. La società che ha installato la ruota pagherà il suolo pubblico e quindi si conta di incassare circa duemila euro. Invece, il costo del biglietto andrà interamente alla ditta.

Molti hanno espresso perplessità perché Ragusa Superiore è morta, ci sono pochi addobbi natalizi e la ruota sembra aver catalizzato tutta l’attenzione: “Ragusa una città spenta. Una città sofferente. Gente rassegnata. Siamo un popolo triste e rassegnato. Ora aspettiamo la ruota della fortuna (panoramica), che proverà a sopperire a 18 mesi di totale opacità amministrativa”. Ma c’è chi apprezza, come è giusto che sia in queste cose: “A me l’idea della ruota panoramica piace! È una bella attrazione. Mi chiedo però, dopo avermi “ATTRATTO”, e aver fatto un bel giro, sicuramente divertendomi, cosa c’è da fare dopo in piazza libertà o nelle vicinanze?”. In effetti si, ci sarà qualcosa da fare, è stato stilato un programma per le festività natalizie.

Alla fine, la ruota sarà anche inutile, ma in fondo innocua. Che male c’è ad averla installata? Non costa niente alle casse comunali e potrebbe essere un diversivo. Forse, il commento più azzeccato, è quello scritto da un collega giornalista: “A Ragusa per le feste di Natale viene installata in centro una ruota panoramica. L’idea in questa città è inedita (a mia memoria) e il risultato, visti i precedenti, sarà gradevole così come è sempre stato in tutto il pianeta dal 1893 in poi ovvero da quando a Chicago vide la luce la prima ruota panoramica. Non vi sono particolari risvolti sociali, politici, economici, meteorologici, gastronomici e culturali da rimestare; non trovo metafore storiche, attinenze psicoanalitiche, spiegazioni antropologiche degne di nota ergo mi limiterò a fare un giro. Senza complicazioni. E’ solo una ruota e, come si suol dire, la ruota gira per tutti”.

Categoria: Attualità
Tags: gira, ruota

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Compila tutti i campi obbligatori*