Al poeta contadino ibleo Peppino Burgio il premio “Ignazio Buttitta”

Al poeta contadino ibleo Peppino Burgio il premio “Ignazio Buttitta”

Il poeta contadino Peppino Burgio si è aggiudicato il premio della critica “Ignazio Buttitta”.
La decisione è stata presa dalla giuria del 18esimo concorso nazionale di poesia “La Gorgone d’Oro” promosso dal Centro di cultura e spiritualità cristiana “Salvatore Zuppardo” presieduto da Andrea Cassisi.
Il premio sarà consegnato a Gela il prossimo 23 giugno in occasione della manifestazione che si terrà al teatro Antidoto di Gela.
Peppino Burgio, nativo di Monterosso Almo, dopo una vita di lavoro nel campo edilizio, si è trasferito a Ragusa con una voglia di vivere e di essere protagonista di numerose battaglie soprattutto culturali e sociali. Autodidatta, come un fiume in piena, parla e scrive in versi con naturalezza e semplicità, senza stancarsi mai. Burgio è poeta a tempo pieno, non smette mai di esserlo. Il poeta ha versi per ogni occasione e da solo riesce a intrattenere per diverse ore un pubblico silenzioso e attento che, assorto, pende dalle labbra dell’artista ibleo bramoso di apprendere e di immergersi in tanta saggezza.
In poco più di un decennio ha dato alle stampe alcune raccolte poetiche di grande spessore culturale: “Al bivio” nel 2006, “Ma unni stamu jennu?” nel 2008, “Santi senza devoti” e “Senza ni e senza nà” nel 2012. Quest’anno ha pubblicato “La verità è figlia unica e ci rende liberi. La menzogna resta orfana”.

Categoria: Cultura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Compila tutti i campi obbligatori*