Salvini a Vittoria: “Il sacrificio di Alessio e Simone non sarà vano”

Salvini a Vittoria: “Il sacrificio di Alessio e Simone non sarà vano”

“Ci sono persone che devono andare in galera. La strada è stretta, far saltare le gambe a due bambini… uno non può stare tranquillo per qualche mese in carcere e poi tornare a casa”. Sono le prime parole di Salvini all’uscita dalla casa dei genitori dei piccoli Alessio e Simone D’Antonio.

“Si parla di riforma della giustizia. Sto infame fra cinque, sei anni tornerà libero se le leggi restano queste. Spero che questo doppio sacrificio svegli la comunità. C’è una connivenza e un’omertà che ho trovato in poche altre zone d’Italia. Mi attiverò presto. Ogni settimana ho promesso che ci sentiamo con mamma e papà. Non faremo miracoli ma Alessio e Simone non sono morti invano”.

Qualcuno chiede lumi circa la difficile situazione del governo, ma il Salvini preferisce non rispondere e chiede di non parlare di queste questioni oggi.

 

 

Categoria: Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Compila tutti i campi obbligatori*