Sandusky, l’America con cuore modicano

Sandusky, l’America con cuore modicano

Sandusky è una ridente cittadina del nord degli Stati Uniti, capoluogo della Contea di Erie nello stato
dell’Ohio. Fondata nel 1818 dagli inglesi che la strapparono ai francesi, con il nome di Fort Sandusky
ha ospitato negli anni il più grande campo di prigionia della guerra di secessione. Oggi è famosa negli
States per il grande parco divertimenti Cedar Point. All’interno del profondo nord statunitense (al
confine con la regione dei Grandi Laghi canadesi) batte però un cuore modicano. Sono tantissimi
infatti i modicani di seconda e terza generazione che hanno scelto questa Città in cerca di fortuna. E
alcuni di loro sono stati proprio la fortuna di Sandusky. E’ il caso della famiglia Sortino il cui
rappresentante, James, è stato insignito dal Sindaco della cittadina americana del ruolo di ambasciatore
di Sandusky presso Modica. James Sortino insieme alla moglie Rosaria sono degli stimati imprenditori
che negli anni hanno costruito alberghi, hotel, ristoranti e diversi esercizi commerciali. In questo modo
sono stati i protagonisti principali della crescita economica di Sandusky negli ultimi decenni. Il primo
cittadino li ha presentati con una lettera ufficiale nella quale li definisce “amici della nostra famiglia.
Io stesso ho viaggiato a Modica per assistere, da bambino, al matrimonio di James e Rosaria e da
allora sono rimasto conquistato dall’accoglienza dei modicani, dai loro splendidi edifici e dal cibo
incredibile. Le nostre Città – scrive Dennis Murray – condividono molto: maestosi paesaggi
sull’acqua, dedizione alla nostra storia e ani nostri edifici storici, i valori della famiglia ed il buon cibo.
Proclamando James Sortino ambasciatore di Sandusky vi chiedo l’opportunità di designare la vostra
bella Città come nostra gemella”. Il Sindaco, Ignazio Abbate, ha ricevuto i coniugi Sortino a Palazzo
S.Domenico valutando e discutendo della possibilità di organizzare un gemellaggio tra le due relatà
così distanti geograficamente. “Mi fa piacere sapere che tanti concittadini hanno trovato fortuna oltre
oceano – commenta il primo cittadino modicano – e che alcuni di loro non abbiano perso il senso di
appartenenza nonostante siano nati e cresciuti in America. Accogliamo con favore la proposta del
collega americano e ci adopereremo per aprire un ponte culturale e, perché no, commerciale con la
Contea di Erie ed in particolare con il capoluogo, Sandusky”.

Categoria: Attualità
Tags: Modica, sandusky

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Compila tutti i campi obbligatori*